Il Salento è una terra di confine stretta da due mari. Chilometri di costa duranti i quali si alternano spiagge dalla sabbia dorata, calette segrete e scogliere a strapiombo.

Il Salento è un patrimonio di tesori nascosti con i suoi monumenti sotterranei, le chiese paleocristiane, le grotte e i frantoi ipogei e un rosario di bellezze esibite: torri costiere, colombaie, dolmen, menhir.
Il cuore di questo territorio è la città di Lecce, capitale dell’architettura barocca. Chiostri, palazzi, chiese, portali, piazze, Lecce è un incredibile ricamo di pietra bianca.

L’influenza d’oriente ha lasciato la sua eredità linguistica nella Grecìa salentina, ultimo lembo di grecità della regione. Nei nove paesi della Grecìa salentina, si parla ancora il grico e si conservano tradizioni delle antiche popolazioni elleniche.

Il Salento è anche il paradiso degli amanti del surf, del kite surf e del windsurf, che si ritrovano sulle lunghe spiagge di fronte ai laghi Alimini. Gli appassionati del diving scelgono, invece, gli incantevoli fondali della costa jonica e di quella tra Otranto e Santa Maria di Leuca.
Per chi ama il buon vino, inoltre, Il Salento è luogo di vini pregiati, da scoprire e assaporare seguendo gli itinerari nelle terre del Negroamaro e nelle terre del Primitivo.

Il Salento non è solo una vacanza all’insegna del relax, del bel mare e della buona gastronomia, ma anche un modo per scoprire tradizioni ancora vive.

Ad agosto va in scena uno dei festival di musica popolare più famosi d’Europa: La Notte della Taranta. Un evento dedicato alla riscoperta e alla valorizzazione della pizzica salentina e alla sua fusione con altri linguaggi musicali che ha il suo culmine nella serata conclusiva a Melpignano.